Conserve di Frutta

Conserve di Frutta

 

La frutta è uno dei tesori della penisola italiana. Il clima mediterraneo è ideale non solo per la frutta in genere ma anche per gli agrumi - arance, mandarini, limoni -. Molte sono poi le varietà di frutta che crescono solo in Italia e sono sconosciute all'estero, come ad esempio i fioroni tipico frutto del Sud Italia.

Il periodo di produzione e raccolta della frutta è quello estivo. In passato quando la quantità prodotta eccedeva il fabbisogno familiare, le casalinghe preparavano conserve e marmellate al fine di poter gustare il sapore dei frutti anche fuori stagione.

Le conserve di frutta sono preparazioni di frutta e zucchero, in vasetti sigillati per la conservazione a lungo termine. Gli ingredienti utilizzati e il modo in cui vengono preparati determina il tipo di conserva; marmellate, gelatine, conserve e composte sono tutti esempi di differenti stili di conserve di frutta che variano principalmente sulla base della percentuale di frutta contenuta.

La direttiva 79/693/CEE del 24/07/1979 della Comunità Europea stabilisce gli standard minimi per le differenti tipologie di conserve di frutta. La marmellata è fatta di soli agrumi, che possono essere in polpa, bucce o succo di frutta, ma in quantità non inferiore al 20%. La confettura dovrebbe contenere frutta a un tasso minimo del 35% e si chiama confettura extra, quando il contenuto della frutta è almeno del 45%. Nella composta, il contenuto di frutta deve essere nella percentuale minima del 65% e lo zucchero non deve superare il 20%.

La nostra selezione di conserve di frutta vi conquisterò per dolcezza e gusto.

Provare per credere.
Mostra come Griglia Lista

Articoli 10-12 di 12

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
Mostra come Griglia Lista

Articoli 10-12 di 12

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente